News
In:

Di Meglio, scuola non sia ospedale di società malata

“L’educazione deve partire dalla famiglia"

“Siamo sconvolti per la tragica fine di Giulia Cecchettin. 


Sull’assassino parleranno i giudici, difficile capire se sia un pericoloso folle o un cinico criminale. Intanto, come sempre, un profluvio di parole da psicologi, sociologi, avvocati e politici che chiedono di inserire nella scuola un altro insegnamento: quello dell’affettività. Puntuale come al solito il richiamo all’importanza della scuola nella crescita dell’individuo, peccato però che ci si ricordi del suo valore e del rilevante contributo dei docenti solo dopo tragici avvenimenti. Non so quante volte abbiamo ascoltato richieste come questa su una moltitudine di temi, ma la scuola non può ridursi all’ospedale di una società malata, l’educazione dei nostri ragazzi deve partire dalla famiglia che deve tornare a saper dire di no e mettere dei limiti ai propri figli. Ma soprattutto l’educazione passa attraverso l’esempio virtuoso dei genitori, alla capacità di trasmettere valori e principi sani e di rispetto reciproco. Senza questa fondamentale premessa la scuola, anche inserendo decine di ore dedicate all’argomento, potrà fare ben poco”. Lo dichiara in una nota Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti.


News correlate

pubblicato il 22/02/2024
Procorsi abilitanti: al via i bandi
pubblicato il 22/02/2024
Mobilità: firmato l'accordo integrativo
pubblicato il 20/02/2024
Part time: al via le domande
pubblicato il 11/02/2024
Revisione delle Classi di Concorso
Cerca
Gilda degli Insegnanti